Disgaggio e prevenzione valanghe

Home » NEWS » Disgaggio e prevenzione valanghe
SNIPER System

Secondo i dati raccolti da AINEVA, l’associazione interregionale neve e valanghe, nella stagione invernale 2015-2016 ci sono stati, in Italia, 9 incidenti mortali provocati da valanghe, che hanno causato 15 vittime. Il dato è al di sotto della media trentennale, dal 1986 al 2016, infatti, la media di vittime da valanga ha quasi sempre superato le venti unità. Sfortunatamente questo numero  è in aumento: l’anno 2016, i cui dati della presente stagione invernale sono ancora da analizzare, ha visto un aumento esponenziale delle valanghe e del numero delle persone coinvolte in incidenti di questo tipo.

Analizzando poi l’andamento degli incidenti durante la stagione, si evidenzia che l’85% degli stessi si verifica nel periodo febbraio-maggio, soprattutto a causa del rialzo termico diurno tipico del periodo.

Diviene quindi fondamentale focalizzarsi, concentrando energie e risorse, sulla prevenzione e la messa in sicurezza delle piste da sci e più in generale dell’ambiente montano.

Tutte le attività umane in ambiente innevato devono tenere conto di un possibile rischio  valanghe; la salvaguardia dell’ambiente montano e delle vite umane sono elementi di fondamentale importanza, è quindi necessario predisporre, nelle zone soggette a tale rischio, dei validi piani di intervento che consentano di governare ed evitare l’insorgenza di fenomeni valanghivi. A tal proposito nasce il progetto SNIPER TECHNOLOGY, che si pone come prevenzione per quanto riguarda l’ambiente montano, con il preciso intento di garantire risultati rapidi, sicuri ed efficaci nell’immediato.

La prevenzione può essere attuata secondo molteplici modalità, fra cui  individuare e censire le valanghe che possono interessare le zone antropizzate, realizzare edifici, strade, impianti sciistici e altre infrastrutture solo in aree sicure, realizzare opere di protezione per contrastare le valanghe che interessano le infrastrutture già presenti, provocare l’eventuale distacco di valanghe in condizioni controllate e, in situazioni nivometeorologiche critiche, adottare adeguati provvedimenti e misure di sicurezza.

Per quanto riguarda il distacco artificiale o programmato delle valanghe, esso consente di provocare la rottura del manto nevoso prima che questa si verifichi spontaneamente. Viene utilizzato principalmente per rendere sicure piste da sci, strade di collegamento, insediamenti e abitazioni. Si attua con varie tecniche, fra cui l’utilizzo di esplosivi.

 

Questo sistema consente di scegliere il momento più favorevole al distacco, chiudendo l’accesso al pubblico alle aree per periodi brevi.

Per attuare un distacco artificiale è necessario un accurato studio di intervento che spesso si concretizza nel Piano di Intervento di Distacco Artificiale di Valanghe (P.I.D.A.V.).

 

In Italia, il distacco artificiale delle valanghe può essere fatto risalire all’inverno 1975/76, quando la Cervino S.p.a. invitò il Capitano Renato Cresta ad organizzare un corso di formazione di un nucleo dei suoi dipendenti sull’impiego di questa pratica di messa in sicurezza delle piste da sci.

 

Molte sono le tecniche impiegate per il distacco artificiale di valanghe. Fra le principali ricordiamo i  dispositivi fissi, i cavi trasportatori di esplosivo, il tiro da elicottero, il disgaggio manuale e l’utilizzo di sistemi mobili.

 

Il sistema SNIPER si inserisce come valida soluzione, complementare a quelle già elencate, per mettere in sicurezza i territori montani. Il concentrato di tecnologie innovative, la rapida reperibilità dell’esplosivo, la velocità e la precisione di intervento grazie all’ausilio di sistemi GPS a bordo dell’apposito drone, rendono il sistema SNIPER uno dei metodi di disgaggio maggiormente sicuri e all’avanguardia fra quelli ad oggi disponibili. Le tecnologie che compongono il sistema sono strutturate in modo da garantire risultati sicuri ed efficaci, raggiungendo nuovi livelli di prevenzione  nel mondo neve, un ambiente che ad oggi manifesta sempre più necessità di misure rapide, flessibili e innovative per garantire agli operatori di intervenire in totale sicurezza e con un’alta percentuale di risultato.

Per maggiori informazioni inerenti il progetto SNIPER Technology cliccare qui.

Posted on